Ristorante Sticks n Sushi a Londra by Norm Architects




L'ultimo ristorante Sticks 'N' Sushi di Londra, situato su King's Road, nel cuore di Chelsea, è stato progettato da Norm Architects. L'interno, ricco di texture e materiali naturali, fonde l'estetica scandinava e giapponese per una sensazione complessiva di lusso contemporaneo. I materiali, disposti su tre piani, sono stati scelti per evocare uno stato d'animo specifico, con l'idea di far sperimentare agli ospiti una luminosità crescente mentre camminano verticalmente attraverso il ristorante.



Il piano seminterrato e la sala da pranzo privata presentano sfumature e materiali scuri, con un soffitto in quercia disposto a griglia come elemento scultoreo naturale. Il piano terra, molto accogliente, è il cuore del ristorante con elementi industriali tra cui un bar in acciaio annerito. Lo spazio emana eleganza con sottili contrasti nella lavorazione del legno, nei classici del design danese e nei piani in pietra naturale. I bellissimi divani in pelle scultoreo, perfetti per i visitatori che si godono un cocktail o che aspettano un tavolo, sono posizionati vicino alle finestre per incoraggiare l'interazione con la vita di strada di Chelsea.






Il primo piano è uno spazio luminoso e sofisticato con tavoli, sedie e pareti divisorie in caldo rovere. Il layout a pianta aperta, è una combinazione che invita a sedersi in modo intimo senza perdere la sensazione di trovarsi in un ambiente vivace e brioso. Tessuti leggeri e trasparenti dividono lo spazio e creano elementi traslucidi e quando sono illuminati di notte. Le lampade bianche simili a lanterne creano uno spazio intimo attorno al grande tavolo di marmo nella sala da pranzo semi-privata. Le sedie Carl Hansen accompagnano i tavoli su misura in tutto il ristorante come riferimento al design danese senza tempo. La poltroncina su misura per sedersi incarna quel tocco morbido, invitando gli ospiti a godersi l’ambiente intimo.



Capo Architetto: Emily Broom
Architetti: Linda Korndal, Peter Eland, Natasha Cuconescu
Interior Designer: Linnea Ek Blaehr

Fotografia via Norm Architects

Nessun commento:

Posta un commento