24 Stops: il percorso Rehberger-Weg che collega la Fondazione Beyeler e il Campus Vitra



Coprendo una distanza lineare di circa cinque chilometri, il Rehberger-Weg collega due paesi, due comuni, due istituzioni culturali e innumerevoli storie. Il percorso si snoda tra Weil am Rhein e Riehen, tra la Fondazione Beyeler e il Campus Vitra, tra Svizzera e Germania. Guidati da “24 fermate”, 24 “waymarkers” creati dall'artista Tobias Rehberger, gli escursionisti possono esplorare una biodiversità unica del paesaggio naturale e culturale. I primi 12 waymarkers sono stati installati nel mese di settembre 2015 e il progetto «24 Stops» sarà completato nella primavera del 2016 con l'installazione di altre 12 waymarkers. Con il suo paesaggio di vigneti, campi, frutteti tradizionali, boschi e una riserva naturale, la Tüllinger Hill racconta di flora e fauna, viticoltura e agricoltura della regione. Le aree urbane limitrofe delineano una breve storia dell'architettura attraverso il giusto contrasto di edifici rappresentativi di un’architettura d'avanguardia internazionale con altri che derivano da una tradizione agricola e concetti di sviluppo urbano del XX secolo.


Il Rehberger-Weg e le sue waymarkers, offrono l'opportunità di conoscere la storia del luogo e le storie dei suoi abitanti, favorendo ancora una volta un'escursione nella natura. L'idea di un percorso transfrontaliero è stato avviato nel quadro delle IBA Basel 2020. La Fondazione Beyeler, il comune di Riehen, Vitra e la città di Weil am Rhein sono gli ideatori dello sviluppo e della realizzazione dell'idea. La società svizzera di orologi Swatch sostiene generosamente il progetto come Presenting Partner e finanziatrice per la creazione degli oggetti dell’artista Tobias Rehberger che delimitano il percorso. Gli oggetti, definiti “waymarkers”, non sono solo punti di connessione e indicazione, ma hanno anche la propria funzione individuale. Possono essere utilizzati, possono accendere l'immaginazione e possono raccontare storie. I colori insoliti ed il linguaggio delle forme e dei materiali sono caratteristici del lavoro di Tobias Rehberger, a volte un po’ assurdi, ma che evocano immagini e racconti. I 24 oggetti dovrebbero rimanere sul posto per dieci anni.



Fondation Beyeler

Vitra Campus

Vitra Campus

Vitra Haus
La mappa dell'intero percorso è consultabile a questo LINK.



Nessun commento:

Posta un commento