Negozio Acne Studios a Seoul con pareti traslucide e interni in cemento by Sophie Hicks



Una scatola luminosa traslucida nasconde l'interno in cemento del negozio del brand svedese di moda Acne Studios, progettato dell’architetto londinese Sophie Hicks fondatore dello studio S H Architects. Situato nel quartiere benestante di Gangnam di Seoul, in Corea, il negozio di 230 mq del marchio svedese, è il terzo presente nel paese asiatico.


Dalla strada, il negozio si presenta come una semplice struttura realizzata con un doppio stato di fogli in policarbonato, circondato da una tipica vegetazione svedese. Il negozio si colloca su due livelli, dove la struttura rettangolare è completamente separata dal guscio traslucido, e sostenuta da quattro coppie di colonne di cemento, una delle quali supporta una scala a spirale sospesa. Una voluta mancanza di decorazione permette di concentrarsi sulla collezione presente nello spazio circostante, dove i capi di abbigliamento vengono esposti lungo le pareti riflettenti e su sottili binari metallici.


L’arredo interno comprende sedie del designer britannico Max Lamb e cassetti progettati dallo studio stesso. Nei camerini, gli specchi sono stati realizzati con lastre di vetro serigrafato. L’abbigliamento è appeso su rotaie sottili, mentre gli accessori sono presentati su scaffali e tavoli in metallo. Durante il giorno, la luce naturale si diffonde attraverso le pareti dell'edificio. Quando fuori è buio, lo spazio è illuminato da lampadine fluorescenti che si nascondono dietro una griglia metallica.

La fotografia è di Annabel Elston.







Nessun commento:

Posta un commento