I primi 80 anni dell'azienda scandinava Artek



Artek, la più famosa azienda di design scandinavo al mondo, festeggia quest’anno i primi 80 anni di attività e lo fa presentando due proposte frutto di recenti scoperte d’archivio: un Rilievo Sperimentale in Legno e il Tavolo realizzato per la Maison Louis Carré.

Rilievo Sperimentale in Legno - Design Alvar Aalto, 1934:
Alvar Aalto cominciò nel 1929 a sperimentare lavori con il legno laminato curvato. Oltre a dar vita a molte delle soluzioni tecniche su cui si basano i mobili in legno curvato, gli esperimenti produssero rilievi in legno realizzati con lamelle di betulla curvate. I rilievi rappresentavano una fase dell’importante processo volto a risolvere le sfide di carattere tecnico legate allo sviluppo dei suoi mobili oltre a costituire un metodo che consentiva ad Aalto di sperimentare con il legno in modo giocoso e artistico. Tra il 1933 e il 1955 Aalto realizzò circa venti diversi rilievi presso la fabbrica Korhonen a Turku, Finlandia. Quella stessa fabbrica, oggi chiamata a-factory, produce tuttora la Collezione Alvar Aalto di Artek.

rilievo sperimentale 1934

tavolino maison louis carrè


Tavolo Maison Louis Carré - Design Alvar Aalto, 1958:
Il piano del tavolo, basso, di forma armonica e funzionale, era in legno di teak mentre le gambe cosiddette a X o a ventaglio, in frassino, giocavano sul contrasto tra legno chiaro e legno scuro, come gran parte dell’arredamento. Frutto di numerosi progetti architettonici, le gambe a X erano state progettate da Aalto come terza tipologia di supporto dei mobili, basata sulle sue precedenti invenzioni della gamba a L e a Y. La gamba a X o a ventaglio è la combinazione di cinque sottili gambe a L interconnesse, ed è stata utilizzata a partire dal 1954 in una nuova serie di sgabelli, tavoli e poltrone. 





Ancora oggi questi prodotti in legno curvato sono estremamente attuali,moderni e riscuotono un successo senza tempo. Festeggiare Artek significa festeggiare il buon design scandinavo, festeggiare la maestria e l’indiscussa bravura di un grande dell’architettura e del design, Alvar Aalto.






Nessun commento:

Posta un commento