Scarpe sostenibili AdidasxParley ricavate da rifiuti e reti da pesca dell'oceano



Parley for the Oceans unisce politici, scienziati, e, soprattutto, pensatori creativi, nel tentativo di aumentare la consapevolezza del cambiamento climatico e forse ridurre i suoi effetti negativi sui nostri fragili ecosistemi oceanici. Consumatori, artisti, inventori e progettisti hanno la mentalità e il potere di influenzare il mercato in modo sostenibile. In questo ambito entra in gioco la scarpa AdidasxParley, ideata dal designer inglese Alexander Taylor per l'evento "Oceans. Climate. Life" del 2015.


Il prototipo incorpora abilmente i rifiuti provenienti dall’oceano con i materiali tradizionali. Invece dei filati, le fibre utilizzate sono state ricavate da rifiuti di plastica e da reti da pesca, creando un design elegante che richiama le sue origine acquatiche. Sottili cuciture verdi si uniscono alla superficie bianca superiore e alla suola “boost” unica dei modelli Adidas. Le reti utilizzate sono state recuperate nel corso di una spedizione via mare di 110 giorni, per rintracciare una nave bracconaggio al largo della costa africana.


"Adidas è da tempo leader nella sostenibilità, ma questa partnership ci permette di attingere a nuove aree e creare materiali e prodotti innovativi per i nostri atleti. Attraverso la partnership continua con la Parley for the Oceans delle Nazioni Unite, il marchio spera di lanciare un'intera collezione realizzata da rifiuti di bonifica” dice il membro del consiglio Eric Liedtke.
Sebbene il designer Alexander Taylor ci ricorda che “si tratta di un prototipo concettuale che sta utilizzando nuovi materiali e nuovi processi”, i primi modelli potranno essere realizzati già nella primavera del 2016.






Nessun commento:

Posta un commento