Padiglioni temporanei alle Serpentine Galleries 2015 by Selgas Cano


La Serpentine, uno dei più noti centri di arte contemporanea a Londra è formata da due gallerie espositive, situate in due punti opposti di Kensington Gardens’: la Serpentine Lake in Hyde Park, esistente dal 1970, e la nuova Serpentine Sackler Gallery, inaugurata nel 2013 e progettata da Zaha Hadid.
Oltre che per le gallerie permanenti la Serpentine è conosciuta  per i padiglioni temporanei estivi commissionati, dal 2000 ad oggi, a molti dei più importanti architetti contemporanei. I padiglioni temporanei, la cui esistenza è limitata a tre mesi,  sono realizzati con budget limitati. Ogni anno vengono costruiti nel cuore di Kensington Gardens e sono concepiti per offrire spazi di socializzazione, anche attraverso una fitta programmazione di eventi che comprende mostre di arte contemporanea, concerti , spettacoli di danza e proiezioni cinematografiche. Il cuore centrale del padiglione ospiterà uno spazio di aggregazione ed una caffetteria, mentre un “corridoio segreto” correrà lungo il perimetro tra la “pelle” esterna e quella interna. I visitatori accederanno al padiglione attraverso diversi punti di ingresso, ognuno corrispondente ad un percorso preciso dentro alla struttura.






È stato recentemente svelato il progetto per l’edizione 2015. Quest’anno il padiglione è disegnato dallo studio Madrileno Selgas Cano. La coppia di architetti ha presentato un progetto di uno spazio “liquido” pensato per essere un padiglione giocoso e dichiaratamente temporaneo. Spazio fluido e leggero in cui i protagonisti sono colore, luce, ombra, aria che giocano e si combinano tra loro, interagendo con i visitatori. Il padiglione sarà infatti costituito da una doppia pelle, realizzata in fogli opachi e traslucidi di ETFE (Etilene TetrafluoroEtilene). Struttura effimera e temporanea capace però di non deludere le aspettative di amanti e curiosi abituati da anni ad architetture di grande impatto visivo e spaziale. 

Pavilion 2014 – Smiljan Radić
Pavilion 2013 – Sou Fujimoto

Pavilion 2012 – Herzog & de Meuron con Ai Weiwei


Nessun commento:

Posta un commento