GLASS AND STEEL PAVILION BY MATTHEW WOODWARD



Questo padiglione di vetro, acciaio e pietra arenaria, vicino a Sydney, sporge oltre il bordo di una diga naturale per creare un collegamento più stretto con l'ambiente circostante.
Wirra Willa Padiglione è stato progettato dall'architetto australiano Matthew Woodward, per tenuta di 32 ettari della sua famiglia a Somersby, un'ora a nord di Sydney.




Chiamato Wirra Willa Pavilion, prende il nome dalla parola indigena australiana wirrawilla, che significa albero verde. Il padiglione di 72 metri quadrati è accompagnato da una corte esterna di 36 metri quadrati, creando uno spazio di ritiro e di intrattenimento per la famiglia ed i loro ospiti. L'edificio comprende una struttura vetrata, con una sala benessere, che si trasforma in soggiorno, che si trova a sbalzo sull'acqua. La camera è situata sul lato opposto, mentre una struttura più piccola nel mezzo racchiude il bagno e la cucina. La parola chiave era flessibilità intrinseca al design delle camere. Il letto si ripiega in un muro in modo che la camera può anche essere utilizzata come uno spazio vitale secondario.




Il centro benessere può essere nascosto con pannelli di legno per creare la zona giorno, mentre gli schermi vetrati scivolando indietro si aprono, per creare un ambiente estivo più ampio. Una seconda doccia è stata aggiunta fuori, in un angolo discreto, per dare alla famiglia e agli ospiti un'altra possibilità di interagire con l'ambiente circostante. 






Per costruire l’edificio sono stati impiegati circa otto mesi. Una cornice di acciaio è stata utilizzata per la struttura principale, con una lastra di cemento per il pavimento ed il tetto, mentre il cemento diverso è stato utilizzato per il piccolo nucleo interno. Woodward nella sua opera fa riferimento al lavoro dell'architetto modernista del 20 ° secolo Mies van der Rohe , ma cita anche le influenze più contemporanee come l’architetto giapponese Kengo Kuma.







Nessun commento:

Posta un commento