Breve guida all'Eco Design

Siamo ormai in un epoca  in cui il rispetto per l’ambiente e l’attenzione verso la natura sono fattori indispensabili e necessari per la progettazione e realizzazione di un buon oggetto di design.  Si apre così il discorso dell’ECO DESIGN. 
L'eco design crea oggetti a basso impatto ambientale o che favoriscono il risparmio energetico, ovviamente oggetti di design, che quindi abbiano quel tocco artistico unico con attenzione verso l’estetica. Ma l'eco design non è ecologico sono nella fase della costruzione, ma anche nelle fasi di marketing, vendita e quindi utilizzo del prodotto stesso. In Europa ed ora anche in Italia, se i prodotti di design non sono conformi alle norme previste non possono ricevere il marchio CE e quindi non possono essere distribuiti e commercializzati nel mercato europeo. Esistono metodi e strumenti di analisi del ciclo di vita del prodotto come il Lca (Life cycle Asssment) e il Lcd (Life Cycle Design). Cradle to cradle è un approccio progettuale che regola il rapporto fra azienda e utente, aiutando le  aziende a progettare prodotti che possano essere riciclati all’infinito o che possano tornare in natura perchè biodegradabili al cento per cento.






Il mercato dell’abitare sostenibile è sicuramente in forte espansione, lo dimostrano gli esempi del circuito  Best  Up  del  salone  del  Mobile  di  Milano  che si è appena concluso.  I  giovani  designer con l’autoproduzione investono sempre di più nel mercato dell’eco-design. È per loro un modo veloce, rapido e a basso costo per presentare il proprio lavoro.

L’obiettivo del design sostenibile è l’eliminazione o la riduzione degli effetti negativi sull’ambiente nella produzione industriale, attraverso una progettazione attenta alle tematiche ambientali. Attraverso l’utilizzo di risorse, materiali e processi produttivi rinnovabili, si ottiene un minor impatto nell’ambiente naturale. Il design sostenibile è il risultato di un processo integrato tra design, architettura e urbanistica. Dalla progettazione di piccoli oggetti di utilizzo quotidiano alla realizzazioni di aree urbane.
Per riassumere , l’eco design è la sintesi di questi punti fondamentali:
Materiali sostenibili: materiali non tossici, riciclati o riciclabili, realizzati secondo processi produttivi che utilizzano energie alternative.
risparmio energetico: utilizzo di processi produttivi o prodotti che consumano meno energia.
Qualità e durabilità: una maggiore resistenza all’usura ed un funzionamento ottimale garantisce una riduzione dell’impatto dei rifiuti prodotti.

design e riciclo: un progetto che prevede un secondo utilizzo per l’oggetto prodotto sia come materiale sia come funzione.





Nessun commento:

Posta un commento