Una delle più grandi collezioni di VINILI nel Music Library + Understage di Seoul



Seoul è ora sede di una delle più grandi collezioni di vinile presente in tutto il mondo! La biblioteca pubblica Music Library + Understage, contiene 10.071 vinili, 3298 libri e ogni edizione della rivista Rolling Stone pubblicata dal 1967 ad oggi, per non parlare di un imponente spazio scenico sotterraneo. L'edificio è il terzo di una serie di progetti della compagnia coreana HyundaiCard, in seguito alla creazione di altre due biblioteche, la Travel Library realizzata nell'ultimo anno e la Design Library nel 2013. Dopo anni di ricerca, i collezionisti hanno messo le mani su qualche LP ad edizione limitata, tra cui "God save the Queen" dei Sex Pistols e l’album “Yesterday and Today” del 1966 dei Beatles, nella sua rara ma controversa copertina “Butcher cover”. L’unico problema è che i tesori della biblioteca sono disponibili solo ai titolari della HyudaiCard.


Progettato dall'architetto Choi Moon-Gyu e dallo studio di architettura Gensler, l'edificio stesso è una rarità di bellezza. Enormi pannelli di vetro contengono lo spazio biblioteca all'interno di un altro involucro relativamente piccolo, così da consentire un grande spazio all'aperto, visibile dal sottopalco, un locale di musica integrato che verrà utilizzato per promuovere artisti emergenti e indipendenti. Choi sottolinea che il tetto sopra questo rifugio all'aperto consentirà ai visitatori di godere del suono della pioggia che cade. Anche se le librerie sono tipicamente silenziose e riservate allo studio, sei giradischi e un DJ sono ospitati sui due piani superiori offrendo agli ospiti di poter sentire e suonare la loro musica preferita. "Attraverso questo edificio, abbiamo voluto fornire ai coreani una preziosa occasione per sperimentare una vasta gamma di capolavori della musica", dice l'azienda. Attraverso uno spazio architettonico elegante e moderno, viene fornita una risorsa artistica inestimabile, anche in grado di promuovere i musicisti negli anni a venire.






Nessun commento:

Posta un commento