Yoga e Meditazione nello spazio di New York by Clouds Architecture Office



Pareti bianche curve si fondono con un soffitto conico all'interno di questo studio di yoga e meditazione a New York, progettato da Clouds Architecture Office. Lo studio di architettura è stato incaricato per convertire un ex ufficio in uno spazio comune adatto per lo yoga e la meditazione, ma che potrebbe essere utilizzato anche per altre attività, come la fotografia.


Per incarnare tutti i suoi diversi usi, gli architetti, si sono ispirati al concetto basato sull'idea di trascendere la realtà. Ciò ha comportato la rimozione di molti dei bordi spigolosi della stanza, creando un volume destinato a "retrocedere e scomparire, come se una nebbia fosse penetrata nello spazio e avesse oscurato i suoi limiti". L’idea è creare una singola piega lungo le pareti curve ed il soffitto, fornendo alla camera "aspetti di finito e infinito, di restrizione e di apertura".


Il soffitto termina con una grande finestra, che funge da punto orizzonte della stanza, infatti, il bordo massimo che definisce lo spazio comune in cui tutti viviamo è l'orizzonte. Per accogliere le diverse attività, sono stati scelti pavimenti in sughero per la sua natura morbida e resistente; un materiale comodo per quando sia è seduti o distesi a terra, e che allo stesso tempo grandi proprietà acustiche.


Fuori dalla stanza, i visitatori possono appendere le loro cose su pioli di legno a parete, realizzati dal designer locale Farrah Sit.

La fotografia è di GION.








Nessun commento:

Posta un commento