Una nuova luce per i Fori Imperiali a Roma



21 aprile 2015. Il natale di Roma ha avuto un bel regalo quest’anno. Ha visto i fori imperiali e tutta l’area circostante illuminati come alla prima degli Oscar.
L’architetto Vittorio Storaro con sua figlia Francesca, hanno avuto il prestigioso compito di progettare una nuova illuminazione per i fori di Nerva, Augusto e Traiano, colonna Traina e tempio di Minerva. La colonna Traiana è il punto focale,mentre luci dal basso accarezzano e allungano le colonne, sfiorando ruderi e frammenti di marmo.
Il progetto è stato affidato al pluripremiato architetto, direttore della fotografia di capolavori del cinema come "Apocalypse Now", "Reds" e "L'ultimo imperatore", Vittorio Storaro.  Il progetto è stato finanziato dalla multinazionale anglo-olandese Unilever, mentre la direzione artistica della scenografia è stata affidata a Francesca Storaro, la figlia architetto esperta di lightin design.




L’evento ha ovviamente riportato l’attenzione su una zona di Roma intrisa di storia, passato e cultura e lasciata per troppo tempo al buio. "Abbiamo usato 520 diversi proiettori, ogni singolo Foro ha un preciso linguaggio di luce per ridarci storia" ha detto Francesca Storaro, "credo che sia un evento meraviglioso". Il sindaco Marino ha controbattuto dicendo che questo è un sogno che si avvera per i romani e le romane e tutte le persone che amano questa citta'. Vedere questo spazio al buio dava la morte al cuore, uno spazio archeologico che abbiamo solo noi in tutto il pianeta.

Roma riscopre e celebra la sua storia, il suo passato glorioso e senza tempo che ancora incanta il mondo intero. 




Nessun commento:

Posta un commento