Museo Pietro Canonica a Villa Borghese



La scorsa estate, passeggiando per villa borghese a Roma, sono arrivata davanti al MUSEO PIETRO CANONICA. Incuriosita sono entrata e ho scoperto un artista straordinario, scultore e compositore italiano che ha lasciato nel cuore di Roma una meravigliosa raccolta delle sue opere, oltre alla casa dove ha abitato, restaurata e aperta al pubblico.
Pietro Canonica (Moncalieri, 1º marzo 1869  Roma, 8 giugno 1959) è stato uno scultore e compositore italiano, nominato anche senatore a vita da Luigi Einaudi nel 1950 e allievo dello scultore  Odoardo Tabacchi.
A soli 17 anni,con la statua “novizia”, vinse un premio e inizia ad essere apprezzato e conosciuto per la capacità di realizzare sculture molto realistiche.
Ispirandosi alla scultura pietistica seicentesca, realizzò opere di successo, molto realistiche e di grande impatto visivo. Scultore in Italia e in Russia, lavorò anche al corredo statuario del Vittoriano a Roma.





Ma la sua arte non si limitò alla scultura. Compositore, scrisse opere liriche e addirittura un romanzo. Il suo pianoforte è ancora esposto, come tutto il resto dell’arredamento,  nella casa museo a Roma.
La casa dove abitò fino alla morte è uno scrigno di cultura e arte. Racchiude mobili e oggetti da tutto il mondo, opere d’arte sparse per le sale, oltre al suo studio, ancora corredato da tutti i suoi strumenti di lavori."La Fortezzuola”, compresa nel parco di Villa Borghese, dove egli visse fino alla morte, gli fu donata nel 1926 dal comune di Roma; in essa ora si trova il Museo Canonica.










Sale luminosissime bianche e color pastello, ospitano le sue sculture in pietra e bronzo, in una atmosfera molto elegante, preziosa e romantica. Busti di donna, statue equestri e volti affiorano dalla pietra come per magia, trasmettendo una estrema sensibilità e pietà grazie anche agli scorci bellissimi sul parco che si intravedono dalle finestre.
Vale la pena farci un salto, non solo per conoscere un nuovo tesoro racchiuso in uno dei parchi più belli di Roma, ma per respirare un atmosfera d’altri tempi che non credo si possa trovare in altri posti.












Le fotografie sono dell’arch. Cinzia Guglietta

Per info http://www.museocanonica.it/

Nessun commento:

Posta un commento