Esperienza 3D nel Frame Magazine store di Amsterdam by i29 architects


Dopo il successo della prima apertura di un temporary store all'inizio di quest'anno, la rivista FRAME ha deciso di aprire un secondo store progettato da i29 interior architects. Al Felix Meritis centro europeo per le arti, la cultura e la scienza, la monumentale 'zuilenzaal'  è stato trasformata nel “Frame Store, Amsterdam”, un universo a specchio che riflette e intensifica la sua grandezza.


L’obiettivo principale era quello di fornire flessibilità allo spazio in grado di modificare l'identità del display, pertanto, offre un'esperienza tridimensionale della rivista, un mondo creativo e innovativo che sorprende e invita all’esplorazione. Lo studio ha proposto un concetto radicale: due negozi in uno con la coesistenza di atmosfere contraddittorie. Visto frontalmente, un impianto museografico di pannelli bianchi e cornici nere galleggia in tutta la mostra. Appesi a pareti, pavimento e soffitto, questi componenti hanno lo scopo di riprodurre una tela bianca, con testo e grafica forniti da artisti originari di FRAME.



Visto dall’interno, l’ambiente è completamente trasformato. Tabelloni triangolari in legno nero mostrano i prodotti reali che stanno dietro i pannelli anteriori. Al fine di ampliare e amplificare questo contrasto, tutte le scelte fatte sono antitetiche: nero contro bianco, tondo contro triangolo, e vuoto contro pieno. Durante la festa di apertura, l’artista concettuale PullesNiek ha presentato una serie di maschere chiamate “future tribes”. Parti dettagliate di queste opere d'arte sono state incorporate nei display. Inoltre, l'elemento anamorfico in forma di parola 'NEW' è stato visualizzato su più partizioni che giocano con la multi-dimensionalità. Entrambe le presentazioni mostrano chiaramente l'impatto e le possibilità di un approccio che combina presentazione 2D e 3D in un negozio.








Nessun commento:

Posta un commento