Mini appartamento di 30mq con soppalco



L’architetto Cristina Meschi ha realizzato questa ristrutturazione di un mini appartamento per un single in carriera spesso in viaggio per lavoro alla ricerca di una base milanese tra una trasferta lavorativa e l'altra. La richiesta era di avere uno spazio funzionale con abbondanza di armadi chiusi per contenere vestiti e oggetti vari, un letto a soppalco e un divano letto per gli ospiti e un'atmosfera "industrial" con concessioni a materiali più pregiati.


Il locale di ingresso, con una superficie pari alla metà del locale principale, è stato destinato a zona cucina/pranzo. Nel locale più grande è stata ricavata una zona living (con divano letto) e un blocco servizi composto da una zona antibagno/guardaroba/lavanderia sovrastato da un soppalco con una parte aperta che accoglie la zona notte ed una parte chiusa a ripostiglio.


Il disegno e i materiali adottati per arredi su misura per la cucina e il guardaroba, la resina a pavimento che prosegue sulla parete del volume bagno, la porta scorrevole a specchio che nasconde la piccola lavanderia, sono tutti elementi utilizzati per creare continuità e dilatare lo spazio dei due ambienti nettamente separati dal muro portante di spina.


Il soppalco, concepito come un'alcova in un vuoto tra il volume servizi e il volume arredo, è evidenziato e riscaldato dall'utilizzo del legno sotto forma di pannelli di OSB. La scala a pioli per accedere al soppalco può essere spostata lungo tutta l’armadiatura in modo da accedere alle ante alte e lo stesso inserto in acciaio che in alto sostiene la scala, in basso diventa maniglia.








Nessun commento:

Posta un commento