HUB Flat Madrid by ch+qs



Gli architetti di ch+qs (Churtichaga+Quadra-Salcedo arquitectos) hanno progettato lo studio HUB Flat a Madrid inserendo dei fori geometrici nelle pareti. L'idea di trasformare uno spazio attraverso la sottrazione viene dal favoloso lavoro di Gordon Matta Clark. Attraverso il suo lavoro, lo studio di progettazione, ha visto l'opportunità di "aggiungere una sottrazione" per consentire la comunicazione tra gli spazi preservando la storia degli interni degli anni 50.


Si è svolto un enorme lavoro nascosto per analizzare con strumenti 3D le dimensioni e le posizioni delle forme geometriche. Sono state usate due sfere e un grande cono virtuale per trasformare lo spazio, attraverso l’utilizzo di SketchUp per permette visioni di "fughe" e situazioni sorprendenti. L'idea di Hubflat è quella di proteggere gli utenti a lungo termine dalle interferenze degli eventi che accadono nella Hub principale, così ora c’è una combinazione più equilibrata di spazi tra eventi e coworking.
La fotografia è di Elena Almagro e Daniel Torrelló.













Nessun commento:

Posta un commento