Stanze rotanti nella Sharifi-ha House by Next Office



Sharifi-ha House, progettata dallo studio Next Office a Teheran, dispone di tre sale che possono essere ruotate di 90 gradi per aprire vedute e terrazze durante le estati calde dell'Iran, e posizionate orizzontalmente per mantenere la casa calda durante gli inverni freddi e nevosi. I tre baccelli ruotanti, ospitano una sala per la colazione al primo piano, una camera al secondo piano, e un ufficio al terzo piano. Ognuno dispone di una porta sul lato che fornisce l'accesso alla terrazza quando sono aperti, e l'accesso alla casa quando sono chiusi.


"La casa si adatta alle esigenze funzionali dei suoi utenti", ha detto l’architetto Alireza Taghaboni. "La camera degli ospiti può essere riconfigurata per scopi diversi. Allo stesso modo, l'ufficio e la sala per la colazione, possono cambiare la formalità del loro aspetto secondo i desideri dei loro residenti." I dischi motorizzati su cui i baccelli poggiano su sono stati fatti dall'azienda tedesca Bumat, utilizzando il sistema delle scenografie teatrali, o delle mostre di auto.


Le terrazze sonio progettate con balaustre pieghevoli che inclinano verso l'alto o verso il basso, come i baccelli vengono ruotati, per ospitare la facciata mutevole. All'interno, le camere sono state suddivise in due blocchi, uno sul davanti e uno sul retro, con un vuoto centrale tra loro per garantire un buon flusso di luce in tutta la casa, quando le camere della facciata anteriore sono chiuse.


Due piani interrati sono dedicati al fitness e benessere, con un tavolo da biliardo, sauna e palestra. Sopra Lo spazio di fronte alla casa è occupato da una piscina poco profonda con fondo di vetro, che porta la luce filtrata giù nel seminterrato. Il piano terra comprende un posto auto e le camere della governante, mentre i successivi due piani ospitano gli spazi comuni, con una cucina e sala da pranzo al primo piano, e una sala TV e una cucina più piccola al secondo piano.

La fotografia è di Parham Taghioff e Salar Motahari.





Nessun commento:

Posta un commento