Nuova concezione di spazio lavorativo by KNOL



Lo studio di design olandese KNOL, ha condotto un esperimento spaziale chiamato Out of Office, come evoluzione degli ambienti di ufficio, per creare un ambiente di lavoro flessibile che si trasforma gradualmente in una griglia rigida di cubi. Una sala di 300 mq è stata organizzata come un campo di lavoro con mobili colorati in un ex magazzino nel centro di Eindhoven. La configurazione incarna libertà e comfort, atto a soddisfare l'etica del 21° secolo. Tuttavia, nel corso di alcune settimane, dopo che aveva guadagnato popolarità tra la comunità, le condizioni hanno cominciato ad adattarsi in un ristretto e omogeneo ufficio.


La configurazione iniziale può essere definita come irregolare, giocosa e flessibile, e ha offerto una varietà di ambienti di lavoro identificati da colori vivaci: un giardino nel verde (tra cui un coniglio bianco), un letto in rosso, un bar in arancione, una stanza in blu, e una zona biblioteca in giallo. Diversi ambienti e tematiche hanno permesso ai lavoratori di scegliere l'impostazione che sentivano più comoda. Dopo due settimane, questa disposizione è stata modificata per far posto a un paio di cabine, e nel tempo tutti gli arredi originali sono stati sostituiti da una griglia singolare di stazioni di lavoro partizionati. L'esperimento identifica i due estremi di libertà e controllo, e tenta così di distinguere un compromesso equilibrato.


Per rafforzare i risultati del progetto, studio KNOL ha collaborato con la social urban planner Anna Dekker, che ha completato la ricerca su nuovi metodi di lavoro e gli spazi che li supportano. Con questi risultati, il team di progettazione ha tradotto le attuali tendenze in arredamento d'interni che migliorano e incarnano ambienti di lavoro flessibili. Spazi aperti, molte prese elettriche, un buon caffè, wifi veloce e gratuito ed elementi architettonici sono serviti per promuovere una società diversa, un'atmosfera giocosa e informale.


Insieme al progettista Christiaan Bakker, gli elementi di arredo sono stati progettati per servire sia come workstation che come cabine. Telai modulari grigi e pannelli di tamponamento sono stati utilizzati in entrambe le configurazioni, mentre pezzi colorati sono stati combinati in primo piano per connettersi e nascondere sezioni standardizzate. Out Of Office risponde alle dinamiche di cambiamento degli ambienti professionali. Anche gli uffici, come già accade per posti di lavoro temporanei tipo caffetterie, parchi e stazioni, diventano informali, giocosi e aperti.
La fotografia è di Corneel de Wilde.












Nessun commento:

Posta un commento