Installazioni luminose di Anthony McCall e Mischa Kuball



La mostra El Aleph al Faena Art Center, propone le specifiche installazioni dell’artista britannico Anthony McCall e del tedesco Mischa Kuball.  Nonostante il suo rigore concettuale e formale, McCall crea sempre un dialogo aperto, pubblico, dove gli spettatori possono muoversi nello spazio e interagire con l'opera, azionando il fascio di luce e modificandone l'aspetto. In parallelo, il lavoro presentato da Mischa Kuball "space - speech – speed" mette in risalto i riflessi di luce e le loro innumerevoli forme.



Il tema della mostra è centrata sulla temporanea e propone la presentazione di opere d'arte costruite dalla luce in riferimento al racconto The Aleph di Jorge Luis Borges. Questa proposta non è solo un omaggio a un'icona della letteratura mondiale del XX secolo, ma suggerisce anche una serie di questioni estetiche cruciali, come la trasformazione di uno spazio letterario in uno spazio fisico, la gestione delle metafore e dei simboli in entrambi i sessi e i diversi gradi di astrazione nelle arti, o il significato della immaterialità della luce.







Nessun commento:

Posta un commento