AQUATICS OLYMPIC CENTRE IN LONDON BY ZAHA HADID



Queste fotografie mostrano la conversione fatta da Zaha Hadid Architects al centro acquatico per le Olimpiadi di Londra 2012, ma che aprirà al pubblico la prossima settimana, senza le ali che ospitavano i posti a sedere supplementari durante i Giochi. Ora configurato come è stato originariamente progettato da Zaha Hadid Architects, i padiglioni provvisori costruiti per i Giochi Olimpici e Paralimpici sono stati rimossi e sostituiti con vetri che riempiono lo spazio che si trova tra lo spettatore e il tetto.





Nella sua nuova “legacy mode", il centro ospita 2500 posti per gli eventi futuri, tra cui nel 2014 il Diving World Series e nel 2016 i Campionati Europei di nuoto. In una dichiarazione rilasciata prima della riapertura del centro, che avverrà il 1 ° marzo, il sindaco di Londra Boris Johnson ha detto: "Dopo un restyling post-olimpico, il maestoso Centro Acquatico di Londra sta spalancando le sue porte a tutti, sia ad atleti d'elite e sia a dilettanti che hanno la passione per il nuoto".





Una piscina per i tuffi e la piscina di addestramento, sono disposti in linea lungo il centro del palazzo, la piscina di formazione invece è posta sotto Stratford City Bridge ai margini del Parco Olimpico. Il layout interno del centro rimane sostanzialmente invariato, ma la luce del giorno ora entra attraverso vetrate ampie che sostituiscono i posti a sedere sopraelevati. La sede fornirà anche servizi di comunità per il nuoto e lezioni di immersione, sessioni di fitness e corsi familiari, pallanuoto, nuoto sincronizzato, tuffi, triathlon e palestra.



Nessun commento:

Posta un commento