Chino Otsuka inserisce la sua figura adulta nelle immagini scattate da bambina


Narrando il passato e il presente contemporaneamente, la fotografa giapponese Chino Otsuka documenta la sua identità culturale, la sua storia descritta nei viaggi attraverso una serie di foto che presentano il suo sé adulto, in piedi accanto a una immagine di lei da bambina. Le immagini che compongono il progetto Imagine Finding Me, sono perfettamente integrate digitalmente dell'artista nelle diverse fasi della vita in vari luoghi di tutto il mondo.

Paris: 1982-2005

Chino Otsuka usa la fotografia per esplorare il fluido rapporto tra memoria, tempo e fotografia. Come dice Otsuka: “Il processo digitale diventa uno strumento, quasi come una macchina del tempo, la modalità di intraprendere un viaggio nei luoghi che una volta mi appartenevano e allo stesso tempo diventare una turista nella mia storia”.

Kamakura, Japan: 1976-2005

I ritratti scattati dell'artista da giovane, timidamente in posa davanti alla sua casa di famiglia o capricciosamente godendo di una baguette durante un viaggio a Parigi, vengono uniti con la donna matura che lei è attualmente, invitando lo spettatore a immaginare il suo stesso stato, e provocando una struggente consapevolezza della brevità del tempo. Fotografia di AIMIA | AGO Photography Prize

France: 1975-2009

France: 1984-2005

London: 1984-2005

Spain: 1975-2005

Tokyo: 1982-2006

Nagayama, Japan 1980-2009 ; France: 1977-2009

Kitakamaruka, Japan: 1979-2006 ; Ofuna, Japan: 1981-2006

Nessun commento:

Posta un commento