Haus von Arx by Haberstroh Schneider Architekten



Lo studio svizzero Haberstroh Schneider Architekten ha esteso una casa a Basilea con l'aggiunta di una di tre stanze, creando un nuovo cortile semi-chiuso con pietre miliari. Gli architetti hanno rimosso una serie di estensioni precedenti per ridurre Haus von Arx alla sua dimensione originale prima di aggiungere nuovi volumi sul lato occidentale della residenza, fornendola di un ufficio e una biblioteca. 
La fotografia è di Fernando Guerra



Le grandi pietre nel cortile permettono alla famiglia di muoversi tra la casa esistente e l'estensione. “Volevamo questa zona come uno spazio piccolo per la contemplazione, in cui gli spostamenti fossero rallentati e non in grado di facilitare la corsa”, raccontano gli architetti. Un portico riparato crea un ingresso separato per l'estensione, e conduce alla biblioteca con scaffali a tutt'altezza, e poi nel piccolo ufficio.



Gli architetti hanno anche aggiunto una camera per gli ospiti e un bagno al di sopra del garage della casa esistente, così come una nuova piscina e il padiglione sul lato est dell'edificio. L'esterno delle estensioni è rifinito in bianco, in contrasto con la facciata grigia e granulosa della casa principale. Salotti e camere da letto esistenti sono stati lasciati al loro layout originale, ma una scala curva con balaustre in ferro è stata dipinta con una profonda tonalità di verde.



“Abbiamo voluto valorizzare le elegantissime scale, così abbiamo deciso di dipingerle di un verde scuro che, oltre ad essere a contrasto con il resto della casa, è un colore tradizionalmente usato per l'interno delle case storiche, ricche e importanti”, hanno aggiunto gli architetti.












Nessun commento:

Posta un commento