Through the deck into life by Superform


La residenza “through the deck into life” dello studio Superform è una ristrutturazione di due case adiacenti esistenti nei pressi di un ruscello a Ljubno ob Savinji in Slovenia. Toccando temi marini, le strutture sono elevate creando una vaga atmosfera di una barca sulla terra. La fotografia è di Miran Kambic.


La prima casa, contenente camere da letto e una zona provata, è costruita con materiali e strategie più tradizionali e vuole rappresentare il lato introverso del cliente. Una schermata full-length di legno avvolge l'intera struttura sotto il tradizionale tetto a due spioventi. Serramenti rettangolari e arrotondati articolano due ordini di finestre che si affacciano sul verde e sul cortile. Un corridoio lineare lungo la facciata anteriore della casa crea uno spazio illuminato dalla luce diretta del sole dietro il quale si trovano tutte le camere da letto private.



La seconda casa rappresenta il sociale, una porzione del progetto piena di luce, che ospita le zone soggiorno e pranzo. Distaccandosi dai materiali previsti, il soggiorno è rivestito in acciaio, vetro, rivestimento metallico RHEINZINK, legno e ardesia, formando un open space con diversi livelli e un lucernario lineare che invita la luce del sole, sia la mattina che la sera. Mentre l'area privata presenta la forma di un tipico vernacolo residenziale, la seconda casa sconfina in una ludica compilation di angoli e porzioni frammentate, articolate con geometrie dinamiche. Simile all'area riservata, il salotto contiene una grande piattaforma supportata dalle terrazze a livello del suolo in legno, con piscina, laghetto ed alte piante.









project info:

name of the project: through the deck into life

project: villa in ljubno ob savinji
author: superform d.o.o.: marjan poboljsaj udia., anton zizek, udia.
co-worker: meta zebre, udia.
invester: private
location: ljubno ob savinji, slovenia, europe
floor area: 420 m2      
landscape architecture: bruto d.o.o., matej kucina, udika.
photographer: miran kambic


Nessun commento:

Posta un commento