Reyes Rios + Larrain - Casa Sisal, Yucatan, Messico



Casa Sisal, l’ultimo progetto vincitore dello studio messicano Reyes Rios + Larrain, prende il nome dalle piante coltivate ​​in un sito di 45x140m, racchiuso da antiche pareti in muratura risalenti alla fine del 1800. E' utilizzata come struttura individuale per Hacienda San Antonio Sacchich, a 35 chilometri da Merida, nella penisola dello Yucatan. L'edificio copre 200 metri quadrati ed è composto da geometrie ortogonali piuttosto modeste con una scala esterna che porta ad una terrazza panoramica. Le fotografie sono di Marcelo Troche e Pim Schalkwijk





Le camere da letto e i bagni si trovano alle due estremità della struttura separata da una zona living e cucina racchiusa da due grandi pareti vetrate che scorrono nuovamente dentro le mura, permettendo allo spazio di diventare un’estensione verso il patio esterno con la piscina. Questa conversione consente anche agli abitanti di ventilare gli spazi interni lasciandoli ombreggiati durante il caldo estivo.









L’aspetto unico della costruzione sta nel cemento bianco che compone l'intera struttura. Lo studio ha trascorso 15 anni a sperimentare e testare una miscela di calcestruzzo speciale composta da cemento bianco e resine degli alberi locali Chukum, una tecnica originariamente usata dai Maya. Questo unica combinazione da vita ad un ottimo materiale sia strutturalmente che esteticamente, ideale per finiture di interni ed esterni mantenendo i colori locale. Una volta che il calcestruzzo è impostato vanta una forza straordinaria e una tenuta naturale grazie alle resine, che lo rende molto resistente a condizioni climatiche estreme.





Nessun commento:

Posta un commento