Torafu Architects - Casa Fantasma per bambini al Museo d'arte contemporanea di Tokyo


The Museum of Contemporary Art Tokyo ha presentato una mostra estiva per bambini dal titolo “ghosts underpants” per il quale lo studio locale Torafu Architects hanno progettato una “Haunted House”, ovvero una casa stregata. Il concept di questa mostra invita i giovani visitatori a considerare il paradosso delle regole del museo, come “Non Correre”, “Non Toccare” e “Non Parlare”, consentendo un comportamento normalmente vietato nei musei.
Da un punto di vista diverso, i corridoi interminabili e ritratti con sguardi che sembrano seguirti nello spazio, sono le caratteristiche che offrono i musei per creare un’atmosfera inquietante. Così, il team di Torafu ha deciso di trasformare uno spazio espositivo con tali caratteristiche in una sala spettrale di ritratti. In un primo momento, i quadri alle pareti appaiono perfettamente normali, ma strane cose cominciano ad accadere come gli occhi che vi guardano o le facce che nelle foto cambiano improvvisamente.




Nascosto dietro le mura c’è infatti un backstage da dove ogni sorta di scherzo si scatena su ignari visitatori. I frequentatori del Museo possono anche entrare nella stanza segreta e invertire i ruoli, diventando a sua volta color che fanno gli scherzi dall'altra parte dei dipinti. “Abbiamo puntato a creare una casa di gioco fantasma che non può solo spaventare i visitatori, ma anche coinvolgerli più attivamente stimolando la loro immaginazione”, ha detto Torafu Architects.
I visitatori che escono dalla casa fantasma, nel loro cammino verso la prossima sala espositiva sono accolti da adesivi di bulbi oculari appositamente incollati su un lato di un ponte opportunamente ribattezzato “Bridge with eyes”. “Come abbiamo precisato sul ponte, i bulbi oculari, che si suppone siano statici, sembrano seguirci proprio come nella casa fantasma, uno spazio espositivo dove si può sentire la presenza di fondo”, concludono gli architetti.













Nessun commento:

Posta un commento