The Commune Social by Neri & Hu, ristorante di tapas a Shanghai


The Commune Social situato presso il Design Republic Design Commune, è un nuovo ristorante di tapas progettato dallo studio Neri & Hu a Shanghai. Il concetto di cibo è un introito fresco e moderno di tapas spagnole, dove i piccoli piatti serviti sono raffinate interpretazioni del genere tapas con un tocco internazionale.


Il concetto alla base del progetto dello spazio è quello di sottolineare l’idea di “condivisione” nel mangiare tapas, e le quattro aree distinte nel ristorante (tapas bar, sala da pranzo, bar dessert e il bar segreto) sono intese a fornire diversi sapori e ingredienti da far “condividere” agli ospiti. I commensali sono invitati a passare per un drink al Bar Segreto, per il Tapas Bar o la Sala da Pranzo per la cena, per poi finire al Dessert Bar terminando il pasto con un dolce. Ogni camera offre qualcosa di diverso, e ogni stanza evoca un’atmosfera diversa.




Le quattro camere adiacenti forniscono inoltre un aspetto comune e sociale che è nel concetto spaziale originale del “Social restaurant group” (Pollen Street Social di Londra, e 22 Ships a Hong Kong, entrambi progettati anche da Neri & Hu). L'idea di festa in movimento è un modo per i commensali di essere attivi nel ristorante e di impegnarsi in attività sociali durante una cena.





Neri & Hu ha sottolineato materie prime per accentuare la "freschezza" dell’incontro visivo, con associazioni che vertono, appunto, verso la freschezza e la crudezza del cibo. Materiali come ferro grezzo, legno di recupero, cemento grezzo e mattoni a vista, lavorano insieme per formare un arazzo di texture e modelli. Mentre tutti gli altri spazi assumono una crudezza industriale rustica, il dessert bar giustappone il suo candore contro gli altri, dotato di un equipaggiamento completo di luci su misura che ricordano una clinica dentistica. E’ pensato per impostare il dessert servito in un contesto pulito e limpido, ed elevare la posizione del dessert ad un'esperienza “ultraterrena” di raffinatezza culinaria e di estasi.











Nessun commento:

Posta un commento