Francoforte - Bar Oppenheimer di Tobias Rehberger

Un ottimo modo per essere sicuri di non soffrire di nostalgia quando si lascia la propria città (o anche per sapere sempre dove andare per un drink quando si è via) è certamente quello di ricreare il proprio locale preferito in un Hotel americano. Questo è ciò che Tobias Rehberger ha fatto senz'altro, trasferendo una versione riveduta e corretta del suo solito locale, il Bar Oppenheimer di Francoforte, in una hall di hotel negli USA.


Insomma, sarebbe come trasferire l'arredamento e le facciate di un locale di Porta Ticinese da Milano alle alzaie di un sistema di canali del Midi francese e poi iniziare alle sette di sera il classico tour serale degli aperitivi e il turbinio delle happy hours. Il bar Openheimer originale è conosciuto per essere un calderone notturno di creatività, un luogo che stimola più il senso artistico dell’ebbrezza alcolica con annesso hangover ed emicrania; la sua reincarnazione americana è stata progettata con grandi dosi di artisticità, da offrire insieme alla vodka, Frankfurt da bere. Il fine è ovviamente quello di miscelare gli aspetti familiari e gli elementi di novità, come un cocktail di cambiamenti piuttosto radicali nelle decorazioni.


L'installazione è stata allestita nella Fiera d'Arte Frieze di New York e a Londra la Galleria Pilar Corrias ha ospitato la nuova collezione di Rehberger intitolata Change of Mind 1-7.

Nessun commento:

Posta un commento