CASA DE MASI: METAMORFOSI DI UNA LARVA ARCHITETTONICA

Trasformare una casa di campagna, persa nell'Agro di Casarano, da edificio anonimo e senza qualità, in luogo incontro tra arte ed architettura. Questa la sfida affrontata da Toti Semerano nel progetto Casa de Masi. Come se la casa e il giardino fossero una larva di architettura che subisce un processo di metamorfosi, il vecchio corpo di fabbrica è stato avvolto in un nuovo involucro, una fodera lignea bianca che ridefinisce il volume, unificandolo, e ridisegnando la partitura delle facciate. Un rivestimento continuo e omogeneo con la funzione di schermo visivo e filtro luminoso, che ridefinisce il confine tra interno della casa e giardino. In alcuni punti il rivestimento si stacca dalla casa e diventa recinto. Un recinto interno al giardino, che ne separa la parte comune da quella privata.
Una volta superata la soglia del cancello esterno, tutto è avvolto dalle piante e dal canneto. Una serie di percorsi che si sviluppano a ramo d'albero, sono tagliati nella vegetazione, si addentrano fra le foglie e conducono alla scoperta delle sculture e della casa che ospita una collezione di opere dell'artista Hidetoshi Nagasawa. Una volta varcata la soglia del recinto interno, la scoperta riprende nella successione dei giardini privati. Ad ogni ambiente della casa corrisponde uno di questi piccoli giardini. Essi sono comunicanti, ma visivamente separati, in modo tale che ogni camera abbia una sua naturale prosecuzione all'esterno.
L'opera non viene consegnata ai committenti come un prodotto finito, ma come un organismo all'inizio di un nuovo processo di trasformazione, che sarà operato da loro e dalla natura assieme. In sintonia col criterio di avvolgimento, che è circondato su due lati dai giardini privati, sono state sistemate le stanze private dei proprietari e degli ospiti, oltre alla cucina e alla sala da pranzo. Per l'ambiente soggiorno invece è stato realizzato un nuovo padiglione, in adiacenza all'edificio esistente. Una parete di vetro curvo cinge lo spazio del soggiorno che non ha struttura interna, ma solo una copertura che fluttua nell'aria. Tutto intorno canne lignee fanno da filtro alla luce. La distinzione tra rivestimento e struttura è eliminata.












Nessun commento:

Posta un commento