VILLA DEVOTO_ARGENTINA

Architetti: Andres Remy Arquitectos
Località: Villa Devoto, Argentina
Design team: Andres Remy, Carlos Arellano, Hernan Pardillos, Julieta Rafel, Lilian Kandus
Interior design: Andres Remy, Julieta Rafel, Diego Siddi, Martin Dellatorre
Area di progetto : 550 mq



Il lotto 18 x 24 metri, si trova a Devoto. Situato tra due edifici esistenti che minacciano il progetto per problematiche di isolamento e di vista. Per tale motivo il progetto è appoggiato verso il suo vicino di casa, creando un atteggiamento introspettivo che crea le viste dall'interno, più che dall'esterno. A questo proposito si è intervenuto e risolto il problema delle viste del giardino e l'isolamento.

La casa è stata progettata per una giovane coppia con bambini. Era più grande delle dimensioni del dato lotto, per questo motivo il primo piano è stato realizzato lasciando aperti gli spazi esterni. 


Gli spazi distorcono i piani convenzionati di una abitazione urbana. Le guide in pietra, la consistenza ruvida delle strade sono ammorbidite con l'acqua che scorre lungo il muro di pietra. L'area verde tra il salotto e il vicino di casa guida la strada per l'ingresso della casa; è circondato da un ambiente naturale con toni differenti dati dalla luce del sole che riflette nello spazio.
In questo progetto la luce del sole è stata ben studiata, in particolare per posizionare la piscina. Ancora una volta l'acqua assume un ruolo importante nella creazione di questa casa. La piscina è elevata dal terreno creando una parete di vetro che si affaccia dal di dentro e dal di fuori, creando viste da diversi punti della casa.

La casa è stata formata creando un effetto di spostamento verticale. Le camere da letto sono situate ad est e si affacciano sul cuore della casa, il giardino. L'ultimo piano pone un centro benessere con una vasca idromassaggio, una sauna e una palestra con uno spazio esterno
Questo progetto va oltre l'impostazione rigida, traduce l'ambiente urbano in un ambiente naturale. Si spinge oltre i confini della casa urbana convenzionale.









Nessun commento:

Posta un commento