Musical Gloves di Imogen Heap - la tecnologia incontra la musica

Imogen Jennifer Jane Heap è una cantautrice britannica, nota come voce del gruppo Frou Frou, che ha iniziato la sua brillante carriera da solista nel 2005 diventando semplicemente Imogen HeapSono sempre stato affascinato da questa donna, dalla sua voce, dalla sua personalità e dall'utilizzo degli strumenti elettronici che sono sempre protagonisti nella sua musica e la preferisco ora come solita perché è riuscita con le sue idee a collegare sempre di più musica ed elettronica con risultati fenomenali!
Imogen ci racconta che quando aveva 12 anni ha scoperto una libertà musicale trascorrendo ore ed ore su un computer Atari trascurando il collegio. Per lei era liberatorio poter fisicamente riprodurre e modificare le sue composizioni in così tanti suoni ed iniziò a registrare con il pc e la testiera su cassette e scrivendo a parte i testi. Sapeva bene, anche a soli 12 anni, che avrebbe trovato un amico nella musica tramite la tecnologia e da allora non si è più fermata. Negli anni ha accumulato sempre più sistemi per cercare di essere libera di muoversi sul palco tramite wireless, radio microfoni harmonisers, campionatori e sequencers. Ha sempre ricercato un controllo più comodo ed espressivo della tecnologia in studio e sul palco, qualcosa che si possa indossare per creare suoni in modo fluido da renderlo più organico, in qualche modo “umanizzato”.


Quando nel 2009 è stata invitata da Kelly Snook a visitare i Media Lab del MIT, provò il guanto musicale di Elly Jessop e si rese conto che la tecnologia avevo reso il tutto possibile! Come ci racconta Imogen, questo le aveva aperto davanti un mondo e ha chiamato subito Tom Mitchell, con cui aveva lavorato per una performance al Letterman Show. Tom ha aderito subito all’iniziativa e ha chiesto un set di guanti per andare avanti e cominciare a sperimentare. Il primo ostacolo è stato quello di dominare i dati provenienti dai guanti, adottandoli e controllandoli, definendo le posture delle mani da usare. Per rendere il tutto possibile è stato chiesto l’aiuto di altre persone formando un vero e proprio team con Adam Stark, Hannah Perner-Wilson, Rachel Freire e Becky Stewart.
Nasce così il sistema “musical gloves” che si compone di tre parti: guanti, bracciali e una cintura. L'imbracatura sostiene il tutto con l'audio wireless e bluetooth che permettono ad Imogen di muoversi e ballare sul palco. I fili collegati ai suoi guanti sono filettati attraverso alcuni tubi con crin e bracciali per impedire loro di penzolare fino al cablaggio. I guanti fungono come prolungamento del suo approccio “no smoke and mirrors”, quando interagisce con il pubblico, creando sul palco paesaggi sonori che il pubblico percepisce ma senza capire come accada il tutto.


Più passa il tempo e più Imogen riesce a stupirmi per la sua curiosità, capacità e voglia di riuscire ad esprimere la musica nel modo più completo. Semplicemente Geniale!

Questo è il video di presentazione di "musical gloves":

Vi consiglio di vedere i seguenti video di alcune sue precedenti esibizioni live dove si capisce già la sua straordinaria unione di musica ed elettronica. Artista moderna, completa e innovativa!



Nessun commento:

Posta un commento