James Ramsey - Idee verdi in metropolitana


L'architetto James Ramsey, a capo dello studio RAAD di Manhattan, trovatosi per caso 25 metri sotto Delancey Street, una delle vie più movimentate di New York, all'interno di quello che una volta era la Trolley Terminal Williamsburg Station, ha iniziato a riflettere su come sfruttare questi spazi. Quello era un luogo abbandonato da decenni, tuttavia conservava elementi architettonico del XX secolo che sarebbe stato interessante valorizzare. Da lì l'idea di trasformare uno spazio di 60.000 metri quadrati in un parco cittadini con fiori, alberi, acqua.


Il progetto include un sistema di lucernai che filtrano la luce del sole nel parco sotterraneo attraverso dei collettori che si trovano in superficie e con i quali sono collegati con cavi in fibra ottica. Questi cavi diventano quindi "distributori di luce". Il soffitto del parco è caratterizzato da finestre concave ricoperte da una pellicola riflettente che diffonde la luce una volta arrivata nel sotterraneo. Per l'inverno e per quando piove, quindi in assenza di luce naturale, è stato progettato un sistema di luci artificiali.

Il progetto oggi è ancora in fase di studio, ma James Ramsey sta raccogliendo soldi per provare a realizzare un prototipo. Al New York Times ha dichiarato: "É fantascienza, un'idea tanto eccessiva da sembrare perversa, ma ci fa capire le potenzialità della tecnologia che può addirittura far crescere erba e alberi in metropolitana".


Un progetto che difficilmente sarà realizzato ma pone le basi per riflessioni future circa gli studi e i progressi della tecnologia, a partire da quella illuminotecnica, e apre un nuovo capitolo di indagine, su come sfruttare al meglio gli spazi delle nostre città.

Nessun commento:

Posta un commento