Blue Lagoon la spa geotermica dell'Islanda



Collocata nel mezzo di un deserto di lava e muschio, tra Keflavik e Reykjavik, è uno dei luoghi più interessanti da vedere in Islanda. Situata a 40 km da Reykjavik, la Blue Lagoon ("Blaa Lonid" in lingua islandese) è una distesa di acqua dolce dai riflessi color acquamarina. E’ un lago artificiale alimentato dagli scarichi di una centrale geotermica che attinge da una falda acquifera a 240°C a 200 km al di sotto della superficie della terra. Con il suo decoro lunare di campi di lava e di licheni appena visibili attraverso un alone di vapore, il luogo risulta assolutamente incantevole. Gli islandesi e i viaggiatori si recano qui regolarmente, prima di tutto per il piacere di sguazzare in un'acqua deliziosamente calda - temperatura compresa tra 36°C e 40°C - ma anche perché a quest'ultima vengono prestate virtù curative dell'eczema e della psoriasi.



Ciò che la maggior parte delle persone si chiede è perché mai qualcuno dovrebbe pensare di costruire una spa geotermica lì così lontano da tutto. Il primo motivo è, naturalmente, che l'acqua calda del sottosuolo si trova lì, appena sotto il campo di lava. Il secondo motivo è che nessuno in realtà ha mai pensato di costruire un centro benessere lì: Blaa Lónið nasce casualmente quando molte persone ci si recavano ignorando i segnali di pericolo.  Blaa Lónið ha una reputazione di essere un po '"turistica" e non c'è da stupirsi, dato che è un luogo molto popolare da visitare. Non è l'unica spa geotermica in Islanda, ma ciò che lo rende particolarmente adatto ai turisti è la sua posizione nei pressi dell'aeroporto. I prezzi sono naturalmente più elevati che altrove in Islanda: un biglietto costa attualmente 5000kr ma salirà ancora più per la stagione più affollata, giugno, luglio e agosto. Sulla loro pagina web troverete maggiori informazioni su prezzi e orari di apertura.





Nessun commento:

Posta un commento