Serpentine Gallery Pavilion 2013 di Sou Fujimoto

The Serpentine Gallery Pavilion 2013 è stato progettato dal pluripremiato architetto giapponese Sou Fujimoto. Il suo, è il tredicesimo progetto per questo evento e, a 41 anni, è il più giovane architetto ad accettare l'invito per la progettazione di una struttura temporanea per la Serpentine Gallery. Il più ambizioso programma architettonico del mondo nel suo genere, è uno degli eventi più attesi del calendario culturale. I Padiglioni passati hanno incluso progetti di Herzog & de Meuron e Ai Weiwei (2012), Frank Gehry (2008), Oscar Niemeyer (2003) e di Zaha Hadid, che ha progettato la struttura inaugurale nel 2000.

Ampiamente riconosciuto come uno dei più importanti architetti che vengono alla ribalta in tutto il mondo, Sou Fujimoto è il principale di un eccitante generazione di architetti che stanno reinventando il nostro rapporto con l'ambiente costruito. Ispirato da strutture organiche, come il bosco, gli edifici di Fujimoto abitano uno spazio tra natura e artificio.

Fujimoto ha completato la maggior parte dei suoi edifici in Giappone, con commissioni che vanno dal domestico, come Final Wooden House, T House e House N, a quello istituzionale, come il Museo d'Arte di Musashino e la Biblioteca presso Musashino Art University.

Occupando alcuni dei 357 metri quadrati di prato di fronte alla Serpentine Gallery, nasce la struttura reticolare di Sou Fujimoto, fatta di pali in acciaio da 20 mm con un aspetto leggero e semi-trasparente che gli permette di fondersi, come una nuvola, nel paesaggio sullo sfondo classico dell'ala est della Galleria. Progettato come un flessibile e polivalente spazio sociale, con una caffetteria al suo interno, i visitatori saranno invitati ad entrare e interagire con il Padiglione in modi differenti durante la sua permanenza di quattro mesi al Kensington Gardens di Londra.

Fujimoto è il terzo architetto giapponese ad accettare l'invito a progettare il Serpentine Gallery Pavilion, dopo aver vinto il Pritzker Prize, come i passati vincitori Toyo Ito (vedi Toyo Ito per Horm) nel 2002, Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa di SANAA nel 2009 (vedi Houses Book e Garden and House) .

AECOM ha fornito servizi di ingegneria e di progettazione tecnica per il padiglione per il 2013. David Glover, amministratore delegato globale di AECOM in ingegneria edile, ha lavorato sui disegni di molti padiglioni precedenti.

Info:
Sponsorizzato da: HP
Con: Hiscox
Consulenti: AECOM
Platinum Sponsor: Rise, Viabizzuno Progettiamo La Luce

Foto di Iwan Baan

Nessun commento:

Posta un commento