Spazio Rossana Orlandi : uno dei punti Design migliori di Milano


Questa stravagante, ma talentuosa signora, meriterebbe ancora più "Spazio"
Spazio Rossana Orlandi ha aperto nel 2002 in una ex fabbrica in Via Matteo Bandello 14-16 a Milano. Gli spazi si snodano intorno a un cortile verde e si dividono tra il negozio di 2 piani, dove si possono trovare mobili contemporanei e vintage e la galleria, fondata nel 2008, uno spazio dedicato alle edizioni limitate e pezzi unici, dal momento che fin dall'inizio l'obiettivo è stato quello di prevedere e promuovere i giovani e futuri designer, scoperti in tutto il mondo.


http://www.rossanaorlandi.com/





A metà tra un negozio e uno spazio puramente espositivo, da Rossana Orlandi è possibile trovare opere dei più importanti designer contemporanei, affiancate da oggetti recuperati o rielaborati, che tornano a nuova vita fino a diventare vere opere d'arte. Lavori di Piet Hein Eek e Gaetano Pesce, elementi d'arredo vintage di Ercol e G Plan, le lampade francesi Jieldé. Sale allestite come un vero e proprio museo, con la differenza che tutto quello che vedete è in vendita. Un modo per scoprire le meraviglie della progettazione mondiale, e, magari, portarsene un pezzettino a casa propria.




Le novità del Salone 2013

Antonio Marras presenta una stanza a due piani che ricorda un boudoir, fitta di colorate lampade a parete e speciali lightbox che racchiudono un collage. Poco lontano, una stanza cupa e vagamente gotica è la Romantic Room, curata da Li Edelkoort per la Rubelli Collection. Ma quello che più ci ha colpiti è la nuova collezione di luci LED proposta nello spazio prima del cancello dalla giovane azienda olandese BOOO Lightbulb: Nacho Carbonell, Formafantasma e le Front hanno disegnato per loro. Queste ultime hanno realizzato una bolla di sapone che avvolge il LED, e continua a scoppiare e ricrearsi. E ancora: gli occhiali uguali a quelli della padrona di casa, inconfondibili e accompagnati da una pezzuola che replica il suo ritratto firmato da Patricia Urquiola. Una cucina modulare di sviluppo tedesco. L'utilizzo inedito del materiale specchiante per Antique Mirror. Il nuovo editore francese Petite Friture.


Le riconferme del Salone 2013

Come una vera gallerista dovrebbe saper fare, Rossana Orlandi accompagna al suo innato talento per la scoperta di nuovi nomi la vocazione per affiancare e far crescere i designer della sua scuderia. E così troviamo una stanza dedicata a Piet Hein Eek (che è anche in giardino), una serie di progetti disseminati per tutto lo Spazio di Nacho Carbonell, l'evoluzione della ricerca dei BCXSY, la nuova idea di lampade BOCCI, che all'illuminazione affianca vasi sospesi. E decine di altri progetti. Più di 40, ci dicono. Non vi resta che perdervi in questo labirinto, che continua ormai da anni a riservarci belle sorprese.









Nessun commento:

Posta un commento